Archivi della moda in Sicilia

 

Seminario di studi

Fiera EMAIA
Vittoria (RG), 26 Febbraio 2010


Un primo bilancio su quanto finora realizzato in Sicilia da alcuni Archivi di Stato e dalla Soprintendenza archivistica nell’ambito del progetto “Archivi della Moda del ‘900” e, soprattutto, la “riscoperta” e la valorizzazione di realtà siciliane legate al mondo della moda: sono, questi, i due temi principali del Seminario di Studi “La Moda e la sua memoria”. Archivi della moda in Sicilia, organizzato dall’Archivio di Stato di Ragusa e dalla Fiera EMAIA di Vittoria (RG) in occasione della ventunesima edizione di “Kamò”, Salone Casa, Moda, Sposa (19-21, 26-28 febbraio 2010).

Durante il Seminario, che si terrà venerdì 26 febbraio nei locali della Fiera EMAIA, oltre che della catanese Marella Ferrera dalla consolidata fama internazionale – il cui archivio è stato dichiarato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali di “interesse storico particolarmente importante”- si parlerà degli archivi di altre stiliste siciliane, che traggono ispirazione dal patrimonio culturale ed artistico della loro terra. La catanese Mariella Gennarino, stilista dei piccoli grandi vip, che ha realizzato, tra l’altro, il corredino e gli abiti da battesimo delle figlie del principe Emanuele Filiberto di Savoia; e le modicane Ottavia Failla, designer di borse e di accessori, che annovera tra le sue clienti la regina Rania di Giordania, la baronessa Von Thyssen e la cantante Amy Stewart, e Loredana Roccasalva, che nel 2005 ha esordito sulle passerelle di AltaRoma, particolarmente apprezzata dalla stampa brasiliana in occasione della manifestazione “Il genio siciliano” svoltasi a Rio de Janeiro nell’aprile 2009.

Verranno presi in esame, inoltre, l’archivio del Teatro Massimo di Palermo, in cui sono conservati anche bozzetti di Renato Guttuso, l’archivio della “Sezione Moda” dell’Istituto professionale”G. Marconi”di Vittoria, e le collezioni dei musei ”Tre secoli di moda” di Palermo e del “Museo del Costume” di Scicli.

Interventi: