Albini Walter (Gualtiero Angelo)

Walter Albini
1941 - 1983

Walter Albini nasce a Busto Arsizio (VA) nel 1941. Frequenta, osteggiato dai genitori, l’Istituto d’arte, disegno e moda di Torino. Da giovanissimo si trasferisce a Parigi per quattro anni e lì ha la possibilità di conoscere Chanel, che, insieme a Poiret, sarà costante fonte di ispirazione nel corso della sua vita professionale. Nel 1963, crea la sua prima collezione. Alla fine degli anni Sessanta, ormai affermato, disegna per le principali case di moda italiane, sottolineando la tendenza a pensare il vestito in chiave unisex.
Negli anni Settanta è lo stilista italiano più ricercato, in Italia e all’estero. Viene apprezzato per la capacità di tradurre in proposte originali, fuori dagli schemi tradizionali – che sente come limiti alla propria versatile creatività – le suggestioni culturali più varie, attinte da profonde conoscenze della storia dell’arte, ma anche dall’osservazione diretta della realtà nel corso dei tanti viaggi fatti per il mondo con lo scopo di arricchire la propria esperienza di vita. Non sostenuta da una salda organizzazione commerciale, agli inizi degli anni Ottanta la sua produzione viene seguita con minore attenzione dalla critica specializzata.
Lo stilista, che muore a Milano il 31 maggio del 1983, a soli 42 anni, lascia come importante eredità alla storia della moda italiana gli innovativi contributi nell’ambito del prêt-à-porter, alla cui nascita e sviluppo ha dato un impulso fondamentale a partire dai primi anni Settanta.

Fonti archivistiche e oggetti digitali