Aponte Laura

aponte
1906 - 1990

Laura Aponte nasce nel 1906. Di nota e benestante famiglia romana, dopo un matrimonio annullato negli anni Trenta, si risposa con il giornalista Salvatore Aponte, con il quale condivide fino alla fine della Seconda guerra mondiale una vita di spostamenti per l’Europa.
Comincia a lavorare nel campo della moda nel 1945, confezionando pullover di lana riciclata, sui quali sono riprodotti soggetti di opere di artisti romani a lei contemporanei. Le sue creazioni piacciono alla baronessa Gabriella di Robilant, che nel 1942 aveva rilevato la sede romana e l’attività della Casa Ventura. Gaby di Robilant presenta le creazioni di Aponte a Elsa Schiaparelli, che le vuole nel suo atelier parigino. Molto apprezzata negli Stati Uniti, nel 1959 presenta, da stilista, la sua collezione a Firenze, in occasione delle sfilate della Sala Bianca. Nel 1970 si ritira dall’attività, lasciando l’atelier romano di via Gesù e Maria alla figlia Nora, che ne prosegue l’attività fino al 1983. Muore nel 1990.
La società a responsabilità limitata Laura Aponte Tricots srl, da lei fondata nel 1950, produceva maglieria soprattutto per l’esportazione negli Stati Uniti, nei Paesi della Cee, in Giappone e a Hong Kong. La sua produzione era commercializzata da boutique e grandi magazzini e comprendeva – oltre alle collezioni di maglieria esterna per donna guarnita con ricami a mano, pailette, seta e lino – anche pullover da sera per uomo realizzati tra il 1960 e il 1965. Le fibre maggiormente utilizzate erano lana, cotone, lurex, rayon. La società si è sciolta nel 1984.