Noberasco Vita

noberasco
-

Vita Noberasco, sarta milanese, è una dei protagonisti del rinnovamento della moda italiana agli inizi degli anni Cinquanta. Insieme con i colleghi Fabiani, Simonetta, Fontana, Schuberth e Carosa di Roma, Marucelli, Veneziani e Vanna di Milano, è una delle firme dell’alta sartoria che vengono chiamate alle sfilata fiorentina del 1951 organizzata da Giorgini per dare il segno di un cambio di indirizzo rispetto all’influenza francese ancora dominante, con l’obiettivo di mostrare la possibile esistenza di un nuovo, autonomo stile italiano.
Noberasco, già attiva prima di Firenze come creatrice di cose proprie nel suo atelier milanese di via Manzoni, si distingue tra i contemporanei per la notevole intelligenza critica e la capacità di tenersi aggiornata e documentata su tutto quanto riguarda il mondo della moda. Alla sua morte, la sua importante biblioteca viene rilevata dall’allora giovanissimo Walter Albini e dal bigiottiere Giuliano Fratti.