Jacques Doucet (1853-1929)

Apre il suo atelier a Parigi nel 1875: collezionista di quadri, mobili e disegni del Settecento, incomincia creando abiti che si ispirano quel periodo.
È tra i primi a rifiutare le costrizioni imposte al corpo femminile dal busto. Il suo atelier era frequentato dalla clientela altolocata francese ed europea, che prediligeva i pizzi e le decorazioni dei suoi abiti da casa, i colori madreperlacei degli abiti del pomeriggio, le pellicce trattate come tessuti.
Nel 1928 la Casa di mode Doucet si fuse con Doeuillet.

Comments are closed.